venerdì 10 febbraio 2012

NATURALMENTE IN EQUILIBRIO:

UN SAN VALENTINO ALTERNATIVO…

 Come tutti sanno il 14 febbraio è San Valentino, la festa degli innamorati. Alcuni la considerano una festa “commerciale”, giusto per far girare l’economia aumentando le prenotazioni nei ristoranti e il lavoro dei fioristi. La frase tipica di coppie “alternative” come queste è: Se io devo dimostrare il mio amore, lo dimostro tutto l’anno, in momenti inaspettati, non perché me lo impone una festa. Benissimo. Il giorno di San Valentino è una ricorrenza, un promemoria per chi è troppo preso dagli impegni (e rotture) di tutti i giorni, per chi non si spreca in tante dimostrazioni di amore durante l’anno e per quelle donne che amano sentirsi importanti per un giorno avendo tutta l’attenzione per sé. Non importa quindi quale sia il giorno in cui vi va di dimostrare il vostro affetto alla persona che vi sta accanto, la cosa fondamentale è che lo facciate!



Come?

I fiori sono sempre ben graditi dalle donne, anche per quelle che si aspettano un gioiello! D’altronde è la forma di corteggiamento più vecchia, l’unica che sa dare quel tocco di romanticismo e oggi assente un po’ troppo spesso. Lui è uno che non ama dare dimostrazioni? Donne! Regalategli voi un fiore! Anche l’uomo ha bisogno di lusinghe!;-)

Per chi ama leggere invece, vorrei consigliare un buon libro Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh. L’autrice ha scritto questo romanzo dopo un’estenuante ricerca sul significato di ogni fiore. In epoche lontane, lontanissime, l’uomo corteggiava e parlava alla donna con il linguaggio dei fiori, in quanto le dimostrazioni fisiche e verbali erano considerate tabù. Su queste basi è stata scritta una storia attualissima, di coraggio e di speranza, di abbandono e di incredibile sete di vita che dimostra quanto l’amore sia fondamentale nella vita di chiunque (anche per quei single che si ritrovano a sfottere gli innamorati! Parlare con il cuore è la cosa più difficile, abbiatene pietà).

Un consiglio che posso dare in queste occasioni, è quello di trattare il vostro (di entrambi) corpo come un tempio, odorandolo di essenze e oli da massaggio, creme corpo e bagni termali. Tra le “note di cuore”, gli oli essenziali che si possono utilizzare sono:
  • o.e. Camomilla. Favorisce l’equilibrio interiore, calma e stimola allo stesso tempo, aiuta ad elaborare le esperienze sia fisiche che psichiche.

  • o.e. Geranio. Aiuta a difendersi dall’energia negativa esterna e a ritrovare la felicità.

  • o.e Petit Grain. Ha un effetto addolcente sul nostro cuore, elimina la tristezza e la delusione.

  • o.e Neroli. Afrodisiaco. Porta gioia, purificazione ed erotismo. È portatore di energia yang.

  • O.e. Rosa. È l’olio dell’amore e dell’erotismo. Esalta la bellezza interiore.

Gli o.e. li potete diluire nelle creme per il corpo (ne basta una goccia! Preferibilmente in creme con profumazione neutra); nella vasca da bagno prima di immergervi; come diffusori ambienti, creando l’atmosfera per una cenetta romantica e negli oli da massaggio. Non vanno mai utilizzati puri direttamente sulla pelle perché sono molto irritanti!!(tranne alcuni, ma è sempre meglio chiedere consiglio al vostro erborista di fiducia!)

Ed ora… abbandonatevi e crogiolatevi nell’immenso spazio dell’amore!;-)

                                                                                                                               Ilaria


Anche i pastori, come i marinai o come i commessi viaggiatori, sanno sempre
che c’è una città dove esiste qualcuno capace di far loro dimenticare la gioia di
vagare liberamente per il mondo.”
(P.Coelho)


Nessun commento:

Posta un commento