giovedì 12 aprile 2012

NATURALMENTE IN EQUILIBRIO

E’ PERIODO DI ALLERGIE? RIBES NIGRUM!

Cos’è una reazione allergica? Una reazione abnorme del sistema immunitario verso sostanze che normalmente risultano innocue per l’organismo, ma che in soggetti normalmente predisposti, sono in grado di determinare una reazione infiammatoria. Le sostanze in grado di scatenare certe reazioni sono chiamate ALLERGENI e si trovano nell’ambiente in cui viviamo. Possono essere introdotte attraverso la respirazione (pollini, acari, muffe, derivati epidermici animali=peli), attraverso l’ingestione (allergeni alimentari, farmaci) o per via iniettiva (farmaci, insetti).
In questo caso mi rivolgo soprattutto a chi soffre di allergie da pollini. Le “piante incriminate” sono: Graminacee, Urticacee, Composite, Cupressacee, Oleacee, Betulacee che causano lacrimazione, prurito agli occhi, congiuntivite, tosse, eczema, orticaria, ostruzione nasale, starnutazione e a volte nausea, vomito e diarrea. Sicuramente, per qualcuno, la primavera non è di certo il periodo migliore per il “risveglio”!! Coraggio!!
Il Ribes nero (Ribes Nigrum L.) è un arbusto che cresce spontaneo nel nord e nel centro dell’Europa, molto utilizzato in fitoterapia per la ricchezza dei componenti attivi presenti in tutta la pianta. Infatti del Ribes “non si butta” nulla:
  • Le foglie. Essendo ricche in polifenoli, flavonoidi e tannini, vengono utilizzate come antinfiammatorio generale o locale e come antiallergico. Le sue proprietà antinfiammatorie vengono associate a quelle antiallergiche sulla base si un’azione desensibilizzante, simile a quella del cortisone. In questo caso, il Ribes Nigrum lo trovate sottoforma di macerato glicerico (posologia: 100 gtt come antiallergico o 50 gtt come antinfiammatorio/ 1 volta al giorno). L’ideale sarebbe cominciare la cura antiallergica almeno un mese prima della stagione, così da evitare l’eventuale utilizzo di cortisone.
  • I semi. Sono ricchi di acidi grassi poliinsaturi (omega 3 e 6), tannini e acidi fenolici. Come le foglie, vengono utilizzati per la loro attività antiallergica e antitrombotica.
  • I frutti. Nelle bacche troviamo vitamina C, flavonoidi, antociani e acidi organici. In questa forma viene utilizzato per la sua attività vasoprotettrice nei disturbi visivi e della microcircolazione.

Il Ribes nero può essere associato al mirtillo rosso (frutto), china, amamelide e olivo per le proprietà astringenti (nonché per la circolazione); artiglio del diavolo invece, per l’attività antinfiammatoria ed antiallergica.

                                                                                                            Ilaria Giavara


Nessun commento:

Posta un commento